cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 18 maggio 2016

La società egizia


Prima di verificare nelle schede operative, com'era organizzata la società egizia, intavoliamo una conversazione con gli allievi cercando di rintracciare con loro quali fossero, in quella società le mansioni più importanti. Possiamo iniziare con il sottolineare che la società egiziana aveva una struttura gerarchica piramidale, ben definita:

  • Il faraone era a capo della società
  • I riti religiosi erano un'attività per pochi: i sacerdoti
  • I territori coltivati erano di proprietà del faraone e non dei contadini
  • I raccolti agricoli e le tasse variavano in base alle inondazioni del Nilo, per cui dovevano essere registrati costantemente dagli scribi
  • Le attività economiche più importanti erano l'agricoltura e l'artigianato
  • I lavori più umili e più faticosi venivano svolti dagli schiavi.
Invitiamo i bambini ad immaginare la struttura organizzativa della società egizia e infine verifichiamo l'attività con le schede operative.






mercoledì 4 maggio 2016

FESTA DELLA MAMMA



La festa della mamma, come la festa del papà, è un'occasione molto importante per favorire la maturità emotiva ed affettiva del bambino. Pur avendo molto a cuore l'educazione dei figli, oggi le mamme sono spesso impegnate sul fronte lavorativo: questa festa può dunque costituire un modo per ritrovare e sottolineare la centralità del loro ruolo all'interno della famiglia.
Il percorso operativo prevede la lettura di filastrocche, poesie e favole e, tra le altre, schede operative e la costruzione del lavoretto al fine di veicolare emozioni, sentimenti ed affetti verso la mamma.

FILASTROCCHE

Ecco il link per il lavoretto per la festa della mamma:
LAVORETTO FESTA DELLA MAMMA

SCHEDE DIDATTICHE

lunedì 25 aprile 2016

La nascita della civiltà egizia

Proiettiamo sulla LIM alcune immagini sugli antichi egizi e sulle piramidi. Introduciamo il periodo di costruzione delle piramidi (Regno Antico)ed intavoliamo un brainstorming su quando si è sviluppata la civiltà egizia. Dopo aver raccolto le loro ipotesi chiediamo ai bambini, che avremo diviso in coppia, di ricercare sul sussidiario le date relative alla civiltà egizia e di appuntarle sul quaderno.
Mostriamo loro la linea del tempo, che riprenderemo dopo aver analizzato i singoli periodi storici.


Vi proponiamo sia le immagini che le schede da utilizzare per la definizione e lo studio cronologico della civiltà egizia. Le schede sono composte dalla piantina dell'Egitto con l'area di sviluppo in grigio, dal testo inerente il periodo storico e le domande di comprensione. Infine troverete la linea del tempo da completare.








sabato 9 aprile 2016

Gli antichi Egizi



Proiettiamo sulla LIM la cartina fisica dell'Africa dove abbiamo evidenziato il territorio dell'Egitto e il corso del Nilo.
 Spieghiamo ai bambini che contemporaneamente alla civiltà sumera, lungo la valle del Nilo si sviluppò un'altra grandiosa civiltà, quella egizia. Precisiamo che il Nilo è uno dei fiumi più lunghi  del mondo, che nasce nel cuore dell'Africa e sfocia nel Mar Mediterraneo con una foce a delta molto ramificata e paludosa.
 La valle del Nilo veniva chiamata "Kemet" ovvero "regione nera", per via del colore che assumevano i campi dopo le inondazioni del fiume. Infatti, il Nilo tra luglio e settembre si gonfiava per via delle piogge abbondanti e quando ad ottobre si ritirava lasciava sui terreni precedentemente inondati un fango nerastro chiamato limo, che aveva proprietà fertilizzanti e permetteva ai campi di produrre raccolti generosi.
Anche gli Egizi, proprio come i Sumeri, dovettero imparare a convivere con il fiume modificandone il corso originario creando argini, laghi artificiali, canali di irrigazione e tutte le opere necessarie per estendere al maggior territorio possibile i suoi benefici. Proiettiamo sulla LIM la scheda didattica sul Nilo che leggeremo insieme e che i bambini possono incollare sul quaderno.








mercoledì 16 marzo 2016

Festa del papà

Le origini della festa del papà

Nella tradizione popolare cristiana, San Giuseppe, sposo della Vergine Maria, è il santo protettore delle famiglie, dei poveri e dei falegnami.
Il 19 marzo, giorno della festa a lui dedicata, si ricorda la sacra coppia di giovani sposi, in un paese straniero e in attesa del loro Bambino, a cui fu rifiutato un riparo per il parto.
In riparazione a tale atto, che viola due sacri sentimenti: l'ospitalità e l'amore familiare, veniva

sabato 5 marzo 2016

Festa della donna

La giornata internazionale della donna (comunemente definita festa della donna) ricorre l'8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui esse sono ancora fatte oggetto in molte parti del mondo. Questa celebrazione si è tenuta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909, in alcuni paesi europei nel 1911 e in Italia nel 1922. Molte sono le storie che si narrano sull'origine della celebrazione ma alcune di esse non sono validate dalla storiografia. Per cui al di là di storielle varie, io e le mie colleghe raccontiamo ai bambini che la giornata della donna è un festa per ricordare il coraggio delle donne che si sono battute per ottenere diritti fondamentali prima di allora negati.

8 MARZO
Donne, donne, donne,
mamme, figlie o nonne
mogli, zie o cugine:
tutte assai carine!
Sorelle, amiche e cognate
superimpegnate,
attive e divertenti
belle ed avvenenti!
Maestre, madri o spose
frizzanti e spiritose
affabili e gioiose
vi offro le mimose!
Con pantaloni o gonne
donne, donne, donne
(da www.filastrocche.it)