Ricerca materiale scolastico

domenica 15 marzo 2020

Educazione stradale: La strada


Il bambino è normalmente attratto dall'ambiente extra domestico; la strada, in particolare, rappresenta una fonte continua di curiosità e attrattive, per la vita che vi si svolge.
Sul piano didattico essa permette significativi riferimenti al vissuto del bambino, presenta continui stimoli all'osservazione e molteplici opportunità di riflessione.

Alcune schede didattiche:






sabato 14 marzo 2020

Educazione stradale: Esploriamo la città


Iniziamo il nostro percorso di educazione stradale con la lettura di una storia semplice tratta da "Racconti d'inverno" di K. Jackson ed. Mondadori.
Vi riporto il testo e il link ad un libro interattivo, che ho creato sul sito www.storyjumper.com, che potrete visionare sul pc o sulla LIM.


Book titled 'LE VACANZE DEL CONIGLIETTO CITTADINO'
Read this book made on StoryJumper

Le vacanze del coniglietto di città

<< Giunsero le vacanze invernali e Gino il coniglietto di campagna telefonò al cugino Tino in città. 
-Vieni in campagna cugino? Devi essere stanco della città fangosa e dei freddi edifici di pietra- 
-E' vero...e ti ringrazio molto dell'invito- esclamò Tino.
Preparò la valigia e munito di sci e di pattini prese il treno in partenza per la campagna.
Il paesaggio era meraviglioso con gli abeti fra la neve e lo specchio d'acqua gelata che brillava. Il coniglietto di città si divertì moltissimo sciando e pattinando con suo cugino; la sera gli piaceva sedere accanto al fuoco in compagnia di Gino a giocare a dama e a rosicchiare caldarroste prima di andare a letto.
-Amico mio- disse una sera Gino- ora che hai visto un inverno in campagna, desideri ritornare ancora in città?- con sua grande sorpresa Tino si limitò a mormorare:- Non so...vedremo...-
All'improvviso aveva sentito dentro di sè una profonda nostalgia per il traffico e il movimento e le luci della città, per i suoi amici e per la sua stanzetta, minuscola e comoda, in cima ad un alto edificio. Aveva nostalgia persino del fango che sprizzava allegramente addosso durante le passeggiate. Perciò, quando le vacanze finirono il coniglietto cittadino prese il treno e ripartì. Era felice di tornare di nuovo a casa sua così come prima era stato felice di andarsene via, lontano, in campagna.>>


Imposteremo questa prima parte su domande stimolo che verteranno su:
  • come immagina il bambino la città (es. Che cos'è una città? La nostra città come si chiama? Vi piace la città? Perchè?)
  • qual è l'immagine che il bambino ha degli habitat alternativi (es. Cos'è la campagna? Le strade come sono? Ci sono cose in città che in campagna non ci sono?)
  • quali esperienze e quali conoscenze possiede (es. Per venire a scuola prendete l'autobus o vi accompagnano i vostri genitori, nonni,zii,? Che cos'è la strada? Tutte le strade hanno un nome? Quali cose ci sono nella strada?Quali suoni si sentono in città?)



Concludiamo l'attività con un disegno libero sulla storia del coniglietto e introduciamo per i più grandi alcune schede didattiche