cerca nel blog

giovedì 13 giugno 2013

Gli Agrumi


Vi posto la lezione degli agrumi che abbiamo svolto per l'inverno ma ha come raccordo interdisciplinare l'educazione alimentare. Abbiamo cominciato presentando ai bambini i pupazzi della famiglia degli agrumi

poi abbiamo diviso i bambini in gruppi da 5 bambini a tavola e abbiamo proceduto all'analisi sensoriale della frutta attraverso la conversazione guidata ed il brainstorming . E' seguito l'assaggio dei frutti e la preparazione di un cartellone sul quale i bambini hanno segnato il frutto preferito colorando una casellina di rosso. Ecco lo schema per la realizzazione del cartellone:

martedì 11 giugno 2013

LA FAMIGLIA DEGLI AGRUMI


Ecco la famiglia degli agrumi. Noi insegnanti l'abbiamo utilizzata come personaggi per il percorso di ed. alimentare ma possono anche essere delle decorazioni per l'aula. Vi posto i disegni in bianco e nero che potete utilizzare da schemi per i personaggi o da schede didattiche.



mercoledì 5 giugno 2013

COSA MANGIAMO A CENA?

Come abbiamo precedentemente fatto per il pranzo riprendiamo la filastrocca di Bianconiglio:

<<Arriva il tempo della cena
e la sua pancia non è piena,
Sente proprio un languore,
non con le orecchie, ma con il cuore!
" Pancia mia  fatti capanna
stasera carote con la panna,
sono proprio
una ghiottoneria
e ogni male caccian via!">>.

   
Disponiamoci nel cerchio magico e  iniziamo una conversazione guidata sulla cena e sull'importanza che sia sana e leggera per andare a letto serenamente e senza dolore al pancino.
Possiamo poi proporre ai bambini delle filastrocche divertenti sulla cena:

A PANCIA VUOTA

Ho fame, ho sete, ho sonno
perché non mangio, non bevo e non dormo.
Se avessi mangiato, bevuto e dormito,
né fame e né sete avrei avuto.
(F.Lazzarato)


lunedì 3 giugno 2013

GIOCO CON L'ARTE

Vi posto questa interessantissima lezione che abbiamo fatto con i bambini  all'interno del progetto:" Gioco con l'arte!" Buon divertimento!!!

La lezione si  è svolta in orario antimeridiano,nell'ampia e luminosa aula organizzata per angoli laboratorio,dei quali, in particolare, è stato fondamentale l’angolo «del pittore», dotato di scaffali con i materiali e gli strumenti ben visibili, con carrelli e piani da lavoro che vengono utilizzati dai bambini con facilità, immediatezza e in piena autonomia e libertà, sempre nel rispetto delle regole prestabilite.Si è  partiti dal ritrovamento del materiale didattico attraverso il gioco e abbiamo proseguito con l’uso della tecnica del brainstorming all'analisi dello stesso.
     Gli obiettivi  sono:

  • Saper distinguere i colori caldi (giallo, arancione e rosso) dai colori freddi (blu, bianco e verde)
  • Attribuire ai colori caldi e freddi sensazioni ed emozioni.

     Feedback: ascolto e conduzione guidata di dialoghi

  •     Gioco strutturato:

Organizzazione di due squadre ( 4 e 5 anni) e consegna dei puzzle dei quadri da ricomporre nel minor tempo possibile.
E' seguita poi la consegna delle copie bianco e nero dei quadri ai bambini, a cui abbiamo chiesto di completarle scambiandone i colori .(Colori freddi per «I Girasoli» e colori caldi per «La notte stellata»)             Feedback: conversazione guidata sulle differenze tra le opere originali e quelle colorate dai bambini. Analisi critica del messaggio che il colore dà all'interno del quadro.