cerca nel blog

giovedì 14 marzo 2013

Filastrocche per il papà


CARO PAPA'

Quando in ufficio te ne vai,
forse non lo sai
ogni giorno ne combino una
te lo dico oggi
che è la giornata opportuna.
Vado nel tuo bagno
sai che ci guadagno?
che mi metto il tuo profumo
tanto che quasi quasi lo consumo
lo faccio perché sa di cioccolato
e tutto il giorno da te
mi sento abbracciato.



FERMATI UN MOMENTO

Papà, fermati un momento.
Voglio parlarti.
Sai che cosa in cuore sento?
Sento d'amarti.
Sai perché ti voglio bene?
Perché tu vuoi bene a me.
Le giornate tue son piene
e non pensi mai a te.
Quando ho la mano nella tua,
provo un senso di riposo,
nulla più mi fa paura,
mi sento forte e coraggioso.
Papà, fermati un momento.
Pensa a quello che t'ho detto.
Il tuo cuor godrà contento
al calor del mio affetto.



PER IL PAPA'

Che bello giocare con le costruzioni e poi quando è sera guardare i cartoni;
che gioia dipingere con i pennarelli e mettere assieme i puzzle più belli,
ma il momento magico anche oggi sarà... quando ritorni tu: Papà



CARO PAPA'

Caro papà
ti voglio bene
e questo giorno
di gran festa
ti appartiene.
Caro papà non ti arrabbiare
i capriccetti nostri
devi perdonare.
Senti papà
il cuoricino
mi batte forte
e ti vorrebbe
più vicino.

VIAGGIO CON PAPA'

Se la mano mi darai
se la mano ti darò
quanta strada tu fari
quanta strada io farò
se negli occhi tuoi mi specchio,
più sicuro già mi sento
e la prova più difficile
se ci sei diventa facile.
E' la vita un lungo viaggio
che richiede un grande coraggio.
Ma se tu mi dai la mano
e cammini un po' più piano
io, vedrai, ti seguirò
e paura non avrò.


Nessun commento:

Posta un commento